Crea sito

Olio essenziale di timo: proprietà, impieghi e controindicazioni

L’olio essenziale di timo vanta proprietà astringenti e antibatteriche.

E’ un ottimo alleato contro affezioni funginee e batteriche. Scopriamolo meglio.

Cenni botanici

Il timo, il cui nome botanico è Thymus vulgaris, è una piccola pianta perenne aromatica, originaria della Spagna e di tutto il bacino del Mediterraneo, appartenente alla famiglia delle Lamiaceae.

Esistono 2 tipi di olio essenziale di timo: il timo rosso e il timo bianco.

Il primo, come dice il suo nome, è un liquido rosso ed è estratto dal Thymus vulgaris caratterizzato da un odore molto caldo ed intenso.

Il secondo, invece estratto dal Thymus Serpillus, ha un colore chiaro, un profumo più fresco e delicato ed è spesso adulterato con del pinene, che lo rende irritante.

Composizione dell’olio essenziale di timo volgare

I principali componenti dell’olio essenziale di timo sono: timolo, carvacolo, cimene, terpinene, canfene, cimene, borneolo, linalolo.
Quest’olio essenziale ha proprietà aromatizzati, digestive, balsamiche, anticatarrali, disinfettanti, stimolanti e febbrifughe.
Si presta ad uso interno (se di purezza di grado alimentare) ed esterno.

Si consiglia di assumere 1-3 gocce su una zolletta di zucchero o miele, 3 volte al giorno contro:

Bronchiti, tosse grasse e secca;

Sinusite e catarri delle prime vie aeree.

Uso esterno

▪Diluito per inalazioni o bagni tonificanti ed anti-artritici;

▪15 gocce diluite in un flacone di olio di mandorla dolce da 100 ml per impacchi settimanali contro cute grassa e forforosa;

▪Diluire in una crema base neutra (da 50 ml.) 5 gocce di olio essenziale e applicare sul viso in caso di acne, iperseborrea e pelle impura;

▪In un olio neutro o di mandorla dolce da 100 ml, diluire 10 gocce gocce di olio essenziale, per ottenere una soluzione antireumatica da frizionare nelle zone interessate;

▪Alcune gocce frizionate direttamente sul cuio capelluto contro i pidocchi.
Il timo è un potente disinfettante dell’apparato respiratorio e, in particolare, delle prime vie aeree e dell’intestino.

L’olio essenziale timo: un’alleato nella stagione fredda e umida

L’olio essenziale di timo è un buon antisettico ed espettorante.

Nella stagione fredda e umida, infatti, quest’olio essenziale, è utilizzato per le sue proprietà balsamiche, tussifughe, fluidificanti del catarro.

Inoltre, aiuta a combattere le fermentazioni intestinali e ad attenuare i disturbi digestivi.
A dosi appropriate è un tonificante dell’organismo.

Ma non solo, è un efficace antimicotico e vermifugo.
Quest’olio essenziale si è dimostrato attivo in vitro contro la Salmonella Typhimurium e Staphylococcus Aureus.
Nella pertosse è molto utile l’associazione o.e.di timo volgare +o.e. di eucaliptus http://erbagliantichirimedi.altervista.org/olio-essenziale-di-eucaliptus-proprieta-impieghi-e-controindicazioni/ + o.e. di cipresso.
Per uso topico, il timo ha proprietà stimolanti ed antisettiche della pelle e delle mucose.
Si usa infatti per bagni stimolanti in caso di stanchezza.

Lo troviamo spesso anche nei dentifrici medicati e in frizioni antireumatiche.

Inoltre, è utilizzato nei gargarismi contro le afte, nelle inalazioni contro riniti, faringiti e per lavande su piaghe e ferite infette.

Si usa quindi per disinfettare gli ambienti, debellare insetti e parassiti domestici.

Controindicazioni dell’olio essenziale di timo

L’olio essenziale di timo, ad uso interno, è controindicato in gravidanza, durante il periodo dell’allattamento e nei ragazzi al di sotto dei 12 anni di età.

Se ne sconsiglia anche l’uso interno in soggetti affetti da insufficienza renale, epatica, in caso di epilessia, anche se solo sospetta e ipertiroidismo.

Il prodotto consigliato ➡️https://www.erbavita.com/prodotto/olio-essenziale-timo-bianco/

Paola Chiaraluce-Erboristeria “Agli Antichi Rimedi” – Corso Acqui, 133 -Alessandria

Pubblicato da erbagliantichirimedi

Erborista da 21 anni nel mio negozio - Corso Acqui, 133 -Alessandria